Cadute dall'alto: Ponteggi e opere provvisionali

Testo del video

I pericoli principali sono dovuti dalla caduta dei margini o per lo sfondamento della copertura. A difesa dal primo pericolo occorre allestire un ponteggio il cui parapetto sia più alto del piano di gronda di almeno mt. 1,20 e, se trattasi di copertura a falde inclinate, è necessario che il parapetto sia pieno o fatto con correnti molto ravvicinati. A difesa dal secondo pericolo, specialmente se trattasi di lastre ondulate o lucernari, si deve evitare di camminare direttamente sulla copertura e, qualora ciò fosse necessario, si devono disporre tavole che distribuiscano il carico e nella parte sottostante si devono eventualmente allestire impalcati o tendere delle reti.

Chiunque intenda impiegare ponteggi metallici deve farsi rilasciare copia conforme dell’autorizzazione e delle istruzioni e schemi contenuti nel libretto del fabbricante.I ponteggi di altezza superiore a 20 ml.

Devono essere eretti in base ad un progetto, firmato da un ingegnere o architetto abilitato comprendente:

  1. calcolo eseguito secondo le istruzioni ministeriali
  2. disegno esecutivo
  3. Copie dell’autorizzazione, del progetto e dei disegni esecutivi devono essere tenute nei cantieri.

Alla base del ponteggio e in più zone quando il ponteggio è molto esteso, si deve esporre il cartello che indichi se si tratta di ponteggio da costruzione o da manutenzione, il numero totale degli impalcati su cui è consentito lavorare e i carichi massimi ammessi per metro quadrato. Le reti e i teli servono per impedire la caduta dei materiali minuti ma non esonerano dall’obbligo di applicare le mantovane parasassi ove queste siano previste.

I piani di calpestio devono aderire al filo del fabbricato; solo per lavori di finitura della facciata è ammessa una distanza di 20 cm.. In fase di costruzione è ammessa la chiusura del vuoto con una tavola da ponte appoggiata su apposite mensole o, nel caso di ponteggio a giunti e tubi, su traversi lasciati volutamente sporgenti verso il fabbricato. In caso di maggiori distanze devono essere realizzati appositi parapetti verso l’interno, durante la loro momentanea riduzione si rende necessario l’uso di cinture di sicurezza da parte dei lavoratori. Se la gronda non sporgente più dei montanti esterni del ponteggio, questi possono essere prolungati per almeno ml. 1.20 oltre la gronda stessa e su questi si applicheranno i parapetti pieni o con correnti ravvicinati, indispensabili specialmente quando la copertura è a falde inclinate.