Videoterminali

Testo del video

Posizionare il monitor, la tastiera, il mouse e il leggio porta documenti in modo corretto è di fondamentale importanza per assicurare il comfort durante il lavoro ed evitare disturbi.

I disturbi dovuti alla luce diurna si riscontrano in caso di errata disposizione del monitor che non deve mai avere finestre davanti o dietro, oppure coincidere con altra superficie altamente riflettente o luminosa.

La distanza visiva deve essere incrementata in relazione alla dimensione del monitor. Partendo da un minimo di cm. 50 ad un massimo di cm. 80-90 per gli schermi da 19 pollici.

Il bordo superiore del monitor deve coincidere con l’altezza degli occhi ed essere leggermente inclinato.

Tutta la strumentazione deve essere posta di fronte all’operatore in modo che questi la possa utilizzare nel modo più comodo, cercando di limitare le cause che favoriscono l’insorgere dei più comuni disturbi di eccessivo affaticamento della vista e dell’apparato scheletrico e muscolare. Rimane comunque buona norma osservare frequenti pause di rilassamento per evitare di stazionare troppo a lungo in posizione seduta.

Particolare attenzione merita l’uso di computer portatili che per la loro conformazione non consentono la perfetta regolazione delle postazioni di lavoro che spesso sono provvisorie e di fortuna. Pur sfuggendo alla vigente normativa sulla prevenzione e sicurezza dei luoghi di lavoro, meritano comunque alcune brevi considerazioni.

Durante l’uso di tali dispositivi è bene cercare di uniformarsi il più possibile a quanto precedentemente esposto per le postazioni fisse, utilizzando i mezzi ausiliari che sono immediatamente reperibili con particolare riguardo al rispetto dell’altezza del monitor e alla postura dell’operatore.